“Krishna sa che dovrai fare una lotta con la tua mente, contro i tuoi sensi e contro la tua intelligenza, però hai Lui come alleato esattamente come lo ebbero i Pandava. Ciò non vuol dire che non ci fu la battaglia; ci fu eccome! Se ti arrendi a Krishna non significa che non dovrai fare la battaglia, ma significa che la vincerai. Vincerai una grande battaglia.”

B.V.Atulananda Acarya Swami




venerdì 21 luglio 2017

"Il Benefattore viene rigettato" dal libro "La Ricerca della Purezza" di S.S.Paramadvaiti Swami

Risultati immagini per srila bhakti raksaka sridhara maharajaMIO COMMENTO

IL BENEFATTORE VIENE RIGETTATO

Risultò ovvio che Srila Sridhara Maharaja rispettava molto il GBC e tutti i membri dell’ISKCON. Lui non condivideva l’idea che l’istituzione potesse avere il diritto di sottostimare o ignorare le realizzazioni dei suoi membri.
Egli stette sempre dalla parte della verità. Solamente la verità. LUI DESIDERAVA CHE ESSI SALVASSERO L’ISTITUZIONE LAVORANDO INTENSAMENTE PER SODDISFARE FELICEMENTE TUTTI I SUOI MEMBRI. Il GBC, però, accettò il suo consiglio nella misura nella quale lo aiutava a mantenere la sua struttura di potere.
Sicuramente, cose peggiori stavano per succedere. Jayatirtha das, guru di zona di Gran Bretagna e altri luoghi nel mondo, cadde dalla posizione di stretto vaisnava. Il GBC fece pressioni affinché ricevesse sannyasi per non perderlo definitivamente. Totalmente indebolito, Jayatirtha cadde nuovamente e se ne andò. Satsvarupa Gosvami fu inviato a convincere Jayatirtha di andare a visitare Srila Sridhara Maharaja a Navadvipa...LEGGI  TUTTO

mercoledì 12 luglio 2017

"Il Trionfo della Fede" dal libro "I Sermoni del Guardiano della Devozione", di Srila B.R.Sridhara Swami Maharaja

Risultati immagini per srila sridhar maharajIL TRIONFO DELLA FEDE

Srila Bhaktivinoda Thàkura ha scritto:

sakala chàdiya bhài sraddhàdevira guna gài
yànra krpà bhakti dite pàre

“Abbandonando tutto, cantiamo in lode a Sraddhàdevì, fede, la cui grazia può portarci da Krishna”.
Sraddhà, fede, è la cosa più sottile e tangibile. Non è immaginaria. Dobbiamo renderci conto che è reale, concreta, e non semplicemente un sentimento astratto di coscienza individuale. La fede è l’elemento più fondamentale in grado di metterci in connessione con l’obiettivo più elevato.

Nessuno può comprare l’Assoluto.

Attraverso la radio o l’elettricità possiamo stabilire delle comunicazioni a lunga distanza. La scienza è molto sottile e non sempre è conosciuta in tutto il mondo. Tuttavia, non possiamo negare la sua esistenza; possiede la propria tangibile posizione. La fede, però, è molto più sottile e, attraverso di essa, è possibile stabilire un contatto elevato e reciproco. La fede sottile non viene raggiunta da chiunque; possiede la propria tangibile posizione, e agisce in ogni circostanza se otteniamo il suo peculiare contatto. Non possiamo affermare falsamente di possederla; il nostro potere e la nostra grandezza non sono necessariamente una prova della sua presenza in noi. Nonostante una grande esibizione, tutto quello che impersoniamo può essere una falsità. Dobbiamo essere molto attenti nel mantenere il nostro contatto con la fede genuina.

Sicuramente, la sincerità è il requisito principale nella connessione con la fede. Non esiste denaro al mondo in grado di comprarla. La qualifica è laulyam: il nostro sincero e fervente desiderio di ottenerla. Nessuno può comprare l’Assoluto, a nessun prezzo. Ciò che assolutamente serve è il nostro serio e sincero desiderio. Con l’ipocrisia non possiamo “trattare” con Lui; Lui non è così ingenuo da diventare l’oggetto della “trattativa” di qualcuno. Viene richiesto sincero desiderio per Lui, e questo risveglierà il sentimento di servirLo. Noi lo amiamo sinceramente attraverso l’affetto. Lo amiamo, pertanto desideriamo la Sua compagnia, e amare significa sacrificarsi per l’oggetto del nostro amore. Srìla Jìva Gosvàmì ha dato una bellissima definizione della parola “Bhagavàn”: bhjaniya sarva-sad-guna-visista. “Bhagavàn, il Signore Supremo è di una natura tale che quando qualcuno entra in contatto con Lui, desidererà servirlo e sacrificarsi per la Sua soddisfazione”. Questo è il risultato della fede nella sua forma sviluppata. Egli è talmente nobile che se dovessimo morire per servirlo, penseremo che l’obiettivo della nostra vita sarà raggiunto. La Sua nobile qualità è tale da risvegliare un simile spirito di sacrificio verso di Lui; attrae tutto verso di Se. “Morire per vivere”. Così è la fede.

domenica 9 luglio 2017

"La presentazione di Satsvarupa Goswami riguardo Srila Sridhara Maharaja", da "La Ricerca della Purezza", di Srila Paramadvaiti Swami

DOCUMENTO ORIGINALE

Risultati immagini per satsvarupa das goswamiLA PRESENTAZIONE DI SATSVARUPA GOSWAMI
 RIGUARDO SRILA SRIDHARA MAHARAJA

 SATSVARUPA MAHARAJA: Sto registrando questa discussione all’ISKCON Potomac Center, dopo aver ascoltato quattro cassette magnetofoniche nella quale sette membri del GBC parlano con Srila Sridhara Maharaja. Ho pensato che i temi da loro discussi fossero molto significativi per i miei discepoli, specialmente dovuto alle risposte date da Srila Sridhara Maharaja ed il modo come i membri del GBC hanno risposto, producendo una risoluzione sotto la guida di Srila Sridhara Maharaja. Giustamente prima della sua scomparsa, Sua Divina Grazia Srila Prabhupada, il nostro amato maestro spirituale e fondatore acarya dell’ISKCON, disse che saremmo dovuti andare dal suo confratello Sridhara Maharaja per avere una guida riguardo la filosofia dopo la sua scomparsa. Così, questa conversazione di Ottobre certamente mostra il GBC che fa questo, e Srila Sridhara Maharaja compie il suo compito esattamente come Prabhupada gli chiese di fare con i propri discepoli. Riassumerò la conversazione brevemente fino ad un certo punto, e poi toccherò degli estratti dal momento in cui Srila Sridhara Maharaja intensificò la propria esposizione.
I membri del GBC andarono da Srila Sridhara Maharaja per risolvere grandi problemi; particolarmente Srila Hansadutta Maharaja e Srila Tamal Krisna Maharaja desideravano presentare le loro contestazioni. Come la maggior parte di voi già sanno, in Aprile (del 1980), il GBC si riunì e decise di agire contro questi due confratelli a causa di certe attività da loro svolte che furono considerate improprie. I due guru si sottomisero a questa decisione, e lasciarono le zone a loro assegnate sotto la cura di altri confratelli, e andarono in India. Però, quando seppero dai loro vari discepoli come stavano andando le cose in loro assenza, si preoccuparono, intuendo che il trattamento usato da parte dei rappresentanti del GBC stava causando perturbazione nella loro relazione con i propri discepoli.  Continua a leggere

domenica 2 luglio 2017

Srila Prabhupada sull'importanza dello studio dei suoi libri.

Risultati immagini per srila prabhupadaCAITANYA C. MAD.25-279    “Tutti devoti che hanno una relazione col Movimento per la Coscienza di Krishna devono leggere tutti i libri che sono stati tradotti, altrimenti dopo un po’ di tempo si troveranno semplicemente a mangiare e dormire, e così cadranno dalla loro posizione”

Lettera di S.P.  6-1-1972  “Tutti voi dovete studiare in modo molto scrupoloso tutti i miei libri, così che ogni qual volta se ne presenta il bisogno voi potrete ripetere con le vostre parole le loro spiegazioni”.

Lettera di S.P.  16-6-1972    “Sto sottolineando molto il punto che tutti i miei studenti dovrebbero essere estremamente familiari con la filosofia della Coscienza di Krishna, e dovrebbero leggere i nostri libri molto diligentemente almeno 1 o 2 ore al giorno, cercando di capirne i soggetti e gli argomenti da differenti angolazioni”.

Lettera di S.P.  23-6-1972    “Dobbiamo ispirare i nostri studenti a studiare queste cose (la filosofia della Coscienza di Krishna) vedendole da ogni punto di vista”.

Lettera di S.P.  13-6-1972    “Io raccomando a voi di leggere i libri ancora ed ancora, cercando di comprenderne i soggetti da differenti punti di vista, discutendone sempre con i vostri confratelli”.

Lettera di S.P.   8-7-1972    “Ad oggi vediamo che molti discepoli anziani, come te, stanno avendo delle difficoltà. Se tu non sei di esempio per i giovani devoti e non ti prendi la responsabilità di istruirli nel modo giusto, com’è che le cose andranno avanti?
Perciò cerca di studiare sempre i nostri libri, e osserva la nostra filosofia da differenti punti di vista e direzioni, diventa convinto tu stesso di questa conoscenza e senza alcun dubbio tutte le tue difficoltà mentali scompariranno per sempre, e vedrai Krishna faccia a faccia”.

Lettera di S.P.  31-10-1974    “In realtà questi libri sono le pietre di fondamento del nostro Movimento. Ovunque noi siamo ci sosteniamo sui libri. Leggerli e distribuirli! Questo dovrebbe essere il nostro unico motto!”.

Lettera di S.P.   9-11-1975    “Così studia i miei libri e riproducine i commenti con il tuo linguaggio”.

Lettera di  S.P.    15-2-1975     “Per quanto riguarda i miei libri, tutti dovrebbero leggerli. Anch’io li sto leggendo!”.

Lettera di S.P.    22-5-1975    “Leggendo i miei libri attentamente e profondamente, diventerai sempre più entusiasta di distribuirli in grande quantità”.

Lettera di S.P.    5-1-1976    “Per fare in modo di rimanere stabilmente fissi in Coscienza di Krishna, deve esserci una sonora comprensione filosofica. Altrimenti diventeremo solo dei sentimentali. Ogni qual volta tu trovi del tempo, per favore, leggi i miei libri”.

Vediamo come Srila Prabhupada nei suoi insegnamenti sottolinea l’importanza di studiare di più, con qualità, vedendo da varie angolazioni i soggetti, esaminarli da vari punti di vista, trasformare lo studio e la lettura passiva in una esami nazione scrupolosa ed attiva, ricostruendo poi i concetti con le nostre parole, traducendo l’insegnamento in un linguaggio più vicino al nostro quotidiano, non con l’intenzione di falsarlo, ma con lo scopo di verificare se l’assimilazione è realmente avvenuta e se siamo in grado di trasferire nella pratica la “teoria trascendentale!”

Srila Prabhupada in merito disse: “la sola critica che ho verso i miei discepoli, è che non leggono i miei libri!”          

martedì 20 giugno 2017

LETTERA DI PRADYUMNA PRABHU A SATSVARUPA GOSVAMI

Risultati immagini per pradyumna prabhu secretary srila prabhupadaDOCUMENTO ORIGINALE

LETTERA DI PRADYUMNA PRABHU A SATSVARUPA GOSVAMI

Sri Sri Guru Gouranga Yayata
7 Agosto, 1978

Caro Satsvarupa Maharaja,
Per favore, accetta I miei umili omaggi. Maharaja, sto scrivendo questa lettera con grande ansietà nel mio cuore, e dopo tanti giorni e tante lunghe notti di preoccupazione e attenta considerazione.
I membri del GBC si riuniscono per gestire tutti i dipartimenti dell’ISKCON giustamente come già accaduto precedentemente. Questa fu la stessa soluzione che desiderò Om Visnupada Srila Bhaktisiddhanta Sarasvati Thakura, il quale non lasciò un successore, benché il suo desiderio non fu seguito. Oltre all’amministrazione da parte del GBC, Srila Prabhupada selezionò anche undici discepoli più avanzati per concedere iniziazione ai principianti....Continua a leggere

sabato 17 giugno 2017

"I primi contatti del GBC con Srila Sridhara Maharaja", dal libro "La Ricerca della Purezza", Di S.S.B.A.Paramadvaiti Swami

 I primi contatti del GBC con Srila Sridhara Maharaja

Vari argomenti di attualità furono discussi tra i membri del GBC e Srila Sridhara Maharaja nel período compreso tra il 1977 e il 1980, mentre il GBC valutava la propria nuova situazione con Srila Sridhara Maharaja così come raccomandato da Srila Prabhupada. Puoi vedere tu stesso ciò che egli disse e ciò che essi fecero, giungendo al colmo con il tentativo da parte del GBC di cercare di attribuire tutti i propri problemi al consiglio di Srila Sridhara Maharaja riguardo l’assegnazione di zone di predica agli acarya (Guru di zona), del cui pericolo furono avvisati già dalla loro prima riunione...Continua a leggere

giovedì 15 giugno 2017

Arrivo di Paramadvaiti Swami a New York

Lo scorso 9 giugno, Srila Paramadvaiti Swami è stato ricevuto con felicità dai devoti degli Stati Uniti  a New York. E' stato molto contento di trovarsi nuovamente nella “terra di Srila Prabhupada”. 
 
In serata ha offerto una conferenza in inglese sulla storia di Srila Prabhupada a New York, e l'importanza di mantenere i valori della saggezza ancestrale e la protezione di Madre Terra, così come indicato da  Srila Prabhupada nello sviluppo dei primi  Eco Yoga Villaggi negli Stati Uniti.
 
Vi invitiamo ad ascoltare la conferenza di Srila Paramadvaiti Swami sulla storia di Srila Prabhupada QUÍ, e a visitare la pagina di Vrinda Northeast per ascoltare le conferenze della sua visita  a NewYork e Connecticut.
Paramadvaiti Swami attraversa il ponte Queensborough entrando a Manhattan
Paramadvaiti Swami in passeggiata a Manhattan